venerdì 1 luglio 2016

Erbe Aromatiche o Erbe Officinali ?



Spesso quando parliamo dei nostri progetti sulle coltivazioni ci viene chiesta la reale differenza tra erbe officinali ed erbe aromatiche, per questo abbiamo pensato di dedicare un breve post a questo argomento.
Inizialmente è corretto dire che non esiste una netta distinzione fra le due in quanto diverse erbe aromatiche possiedono anche proprietà medicinali. Possiamo per questo affermare che esistono:

-          erbe con sole proprietà aromatiche;
-          erbe con sole proprietà medicinali;
-          erbe con proprietà sia medicinali che aromatiche;

Le erbe officinali (dal termine "officina" il laboratorio farmaceutico dove lavorava lo speziale nel Medioevo) contengono sostanze ricche di proprietà medicinali, proprietà conosciute fin dall’antichità. Le prime civiltà a studiarne il patrimonio terapeutico furono i Greci ed i Romani. A seguire furono i monaci ad approfondirne la conoscenza preparando medicinali ed erbari, che con il tempo andarono a sostituire i “medicinali semplici” delle levatrici e guaritrici.
La maggior parte delle erbe officinali viene coltivata per poterne estrarre tutti i principi attivi (una parte cresce invece spontaneamente) e tendenzialmente vengono conservate mediante essicamento.
Alcune fra le loro principali proprietà:

-          digestive
-          diuretiche
-          febbrifughe
-          vermifughe
-          stomachiche
-          calmanti
-          antispasmodiche

Le erbe aromatiche sono quelle piante che per il loro principi attivi, vengono utilizzate come condimento dei cibi, per aromatizzare sciroppi e liquori, per la digestione (Salvia, Rosmarino per citarne due) attraverso tisane ed infusi e per la produzione di cosmetici. Comunemente rientrano in questo gruppo le famiglie delle labiate, lauracee ed ombrellifere.
Se i Greci utilizzavano le erbe aromatiche per arricchire la propria cucina i Romani preferivano utilizzarle per profumare gli ambienti e per la propria cura del corpo.  Il Medioevo ne faceva ancora un utilizzo diverso ma non meno efficace. Negli ospedali venivano impiegate per disinfettare l’aria e cacciare i cattivi odori. Durante il Rinascimento tornarono ad insaporire ed accompagnare la cucina.

Molte erbe aromatiche inoltre (fra queste Lavanda, Menta e Rosmarino) sono repellenti naturali per alcuni insetti. 

Nessun commento:

Posta un commento